Un bolide brillantissimo verdastro ha solcato i cieli del centro – nord Italia verso le 18:30 circa di martedì 14 febbraio 2023. Ci sono giunte tantissime segnalazioni di avvistamenti. Cerchiamo di capire di cosa si è trattato.
La scia luminosa è stata causata sicuramente dal passaggio di un meteorite a distanza relativamente vicina al nostro pianeta. L’oggetto infuocato (chiamato bolide) ha illuminato i cieli per diversi secondi, dai 2 ai 4, stando alle testimonianze di diverse persone. Poi si è disintegrato completamente entrando a contatto con l’atmosfera. L’oggetto è stato descritto di colore verdognolo, con una lunga coda “infuocata”.

Ma cos’è un bolide?
Gli scienziati sostengono che molto probabilmente si è trattato di una grande meteora che è riuscita a penetrare negli strati più bassi dell’atmosfera, trasformandosi in un bolide luminoso di colore verde. In termini astronomici, la parola bolide, significa proiettile: indica comunemente una meteora di elevata luminosità, di magnitudine negativa, però è un termine non prettamente scientifico, in quanto gli astronomi non distinguono le meteore in base alla loro luminosità.

Il bolide si può classificare come un meteoroide, cioè un frammento roccioso di metallo le cui dimensioni possono variare ed arrivare ad un’estensione di 100m di diametro: quando questi frammenti entrano in collisione con l’atmosfera, si frantumano e appaiono ai nostri occhi come grandi scie luminose che prendono il nome di meteore o bolidi e sono in grado di dare vita ad una straordinaria scia luminosa.
Funziona così anche per le stelle cadenti, e infatti quello che è stato visto nel cielo potremmo scherzosamente chiamarlo “una grossa stella cadente”. (Il meteo)

Visits: 90

Avatar photo

Di admin