Trento in migliaia si sono radunati in piazza Dante per dare il via al corteo animalista che ha attraversato le vie della città, tra striscioni e parole di protesta per la vicenda orsi in Trentino complice, tra le altre cose, l’uccisione negli ultimi giorni dell’orso M90. Nel mirino dei manifestanti anche e soprattutto la legge che prevede l’abbattimento di otto esemplari all’anno per tre anni. Ovviamente, non sono mancate parole contro il presidente della Provincia Maurizio Fugatti, l’Ispra e chi si è detto favorevole all’abbattimento degli orsi. Tantissime le sigle del mondo animalista presenti, tra cui la Lav, con il responsabile nazionale degli animali selvatici Massimo Vitturi che ha commentato così: “Vogliamo far sentire la nostra voce di protesta contro la deliberata esecuzione di M90. Parliamo di un orso che non ha mai sfiorato una persona, si è alimentato nei cassonetti che non sono protetti, mentre tutti sanno che vanno messi in sicurezza. Due settimane fa l’incontro con due persone e tanto è bastato per condannarlo a morte e ucciderlo impedendoci di ricorrete al Tar. Quella di Fugatti è una dichiarazione di guerra nei confronti del mondo animalista, ci rivolgeremo all’Europa affinché apra una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per l’incompetenza politica e gestionale di questa persona”.

TRENTINO? NO GRAZIE !!

Visits: 6

Avatar photo

Di admin