IN BREVE..

 

— “Il lupo è la forza del branco… e il branco è la forza del lupo.” “La foresta è sana laddove vivono i lupi.”

“Mi sembra di essere partita ieri, questi mesi sono volati”, ha detto l’astronauta Samantha Cristoforetti, dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), nella conferenza stampa tenuta subito dopo l’arrivo in Germania, a Colonia, dove si trova il Centro europeo di addestramento degli astronauti.
Quindi ha ringraziato l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e l’Esa per l’opportunità avuta. AstroSamantha trascorrerà le prossime settimane a Colonia per affrontare la riabilitazione dopo 170 giorni in assenza di peso e per i test post-volo relativi ad alcuni esperimenti di fisiologia che ha condotto sulla Stazione Spaziale nella missione Minerva. L’astronauta Samantha Cristoforetti dell’Esa all’arrivo a Colonia (ESA via Twitter)
AstroSamantha seconda donna al mondo per permanenza in orbita Samantha Cristoforetti è la seconda donna astronauta al mondo ad avere trascorso in orbita il periodo più lungo, con quasi 370 giorni complessivi, accumulati nelle sue due missioni.

E’ passato un mese dalla sera del 15 settembre in cui le piene di Misa e Nevola, ingrossati dalla concentrazione di piogge a monte, causarono devastazione, 12 morti e tanti sfollati nelle zone del Senigalliese (Ancona) e dell’hinterland Pesarese. Da allora è ancora dispersa Brunella Chiù, 56 anni, di Barbara (Ancona), inghiottita dalle acque del Nevola mentre, sotto casa, zona Coste di Barbara, tentava di mettersi in salvo insieme al figlio Simone Bartolucci, 23 anni, (sopravvissuto) e alla figlia Noemi Bartolucci, 17 anni, che è invece deceduta. Da quella sera i soccorritori sono impegnati in attività di ricerca che si fermano solo di notte: per il 30/o giorno consecutivo Vigili del fuoco, Protezione civile, Carabinieri, Guardia di finanza continuano a cercare ‘a terra’ e nei fiumi.
Anche oggi i soccorritori, in tutto circa 45 persone, stanno proseguendo l’attività con squadra miste ‘di terra’ e con i sub dei vigili del fuoco per scandagliare il corso dei fiumi. Da qualche giorno sono impegnati i cinofili della Guardia di finanza con cani molecolari addestrati nella ricerca di persone decedute (nel tempo si sono alternati gruppi di cinofili e cani di diversi Corpi tra cui associazioni di volontari e carabinieri ma anche cani molecolari speciali da Svizzera e San Marino).

Si è svolta oggi presso la Scuola Forestale Carabinieri la cerimonia del Bicentenario dell’Amministrazione Forestale. In occasione della ricorrenza che fa risalire al 15 ottobre 1822 la data ufficialmente indicata come nascita dell’ex Corpo forestale dello Stato, l’Arma dei Carabinieri, che dal 2017 ha assorbito compiti e personale del Corpo, ha voluto promuovere, tramite il Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari, una serie di iniziative che si sono svolte durante l’anno in corso con lo scopo di ricordare il prezioso contributo offerto da questa Amministrazione a tutela del patrimonio naturale e ambientale nazionale.

Dopo aver provocato alluvioni in diverse regioni del Sud, il maltempo si è spostato verso la Grecia, travolgendo in particolare Creta. Le alluvioni generate hanno lasciato un disastro sull’isola, con auto spazzate via dalla furia dell’acqua e strade trasformate in fiumi. Ingenti i danni nei villaggi sul mare (vedi foto della gallery scorrevole in alto e video in fondo all’articolo). Nel villaggio di Agia Pelagia, le auto sono finite in mare. Criticità anche a Ligaria e Sitia. Anche l’aeroporto di Heraklion è stato allagato: i voli sono stati sospesi fino a nuovo ordine. A seguito delle pesanti alluvioni, un uomo è stato trovato morto nella regione di Heraklion, mentre altre due persone sono date per disperse.

Diversi avvistamenti di capodogli, comprendenti anche femmine con piccoli e neonati, sono avvenuti negli ultimi giorni nel Mar Ligure, nella zona a Ponente del Santuario Pelagos da parte di ricercatori di Tethys, nell’ambito del progetto Cetacean Sanctuary Research (Csr) che prevede il monitoraggio di balene e delfini condotto con la Guardia Costiera, grazie all’utilizzo di un drone a lungo raggio. Gli avvistamenti sono avvenuti il 5, 7 e 8 ottobre al largo di Sanremo e di Bordighera (Imperia); un altro avvistamento, il 6 ottobre, all’altezza di Capo Mele (vedi foto della gallery scorrevole in alto). I ricercatori sono riusciti a incontrare un branco di 24 capodogli, con dei piccoli allattati dalle mamme.
Sabina Airoldi, direttore del progetto Csr, afferma: “siamo di fronte a una fluttuazione nella distribuzione di questi animali che, nonostante confermi l’importanza del Santuario per questa specie, suscita al contempo una certa preoccupazione. Il Mediterraneo, e la parte nordoccidentale in particolare, è uno dei mari con maggior traffico marittimo al mondo, e i casi di grandi cetacei uccisi o feriti a causa di una collisione sono frequenti.

La pesante ondata di maltempo che ha colpito il Sud/Est dell’Australia per diversi giorni ha iniziato ad attenuarsi, ma le inondazioni che ha provocato potrebbero avere determinato la morte di una persona: lo ha annunciato la polizia. Un uomo di 71 anni è stato “trovato morto nel cortile” della sua abitazione a Rochester, cittadina a Nord di Melbourne, ha riferito la polizia, aggiungendo che le circostanze esatte della morte sono ancora da stabilire.

lunedì 17 ottobre
Nord: Cielo generalmente sereno o poco nuvoloso. Nebbie in sollevamento sulla Val Padana. Temperature stazionarie, massime tra 21 e 25.
Centro: Cielo poco nuvoloso con velature in transito; locali nebbie nelle ore più fredde tra Toscana e Umbria. Temperature in aumento, massime tra 22 e 26.
Sud: Cielo poco nuvoloso sulle aree peninsulari con qualche velatura in transito; addensamenti medio-bassi tra Sicilia e Sardegna orientale ma senza fenomeni di rilievo. Temperature in lieve aumento, massime tra 21 e 26.

Hits: 170