Torna ai livelli precedenti l’attacco russo in Ucraina il prezzo del frumento nel giorno dell’accordo tra Mosca e Kiev che sblocca le esportazioni attraverso i porti sul Mar Nero. Il grano tenero viene scambiato a 784,5 dollari per ogni singola unità contrattuale da 5mila staia (-2,64%), come lo scorso 16 febbraio, una settimana prima dell’attacco di Mosca a Kiev.
Analoga la dinamica del grano duro (-2,32% a 841,25 dollari per 5mila staia), poco sotto la chiusura dello scorso 18 febbario.
Quello di Istanbul dovrebbe essere il primo vero accordo sui corridoi nel Mar Nero per l’esportazione di cereali dai porti dell’Ucraina.

Dal 15 giugno al 21 luglio sono stati 32.921 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco per incendi boschivi e di vegetazione in genere, 4.040 in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando furono 28.881.
Impegnati complessivamente nelle operazioni di spegnimento 141.566 vigili del fuoco, 53.587 i mezzi impiegati, per un totale di 39.753 ore d’intervento. Nello stesso periodo dello scorso anno furono 131.710 i vigili del fuoco e 50.724 i mezzi impiegati, 33.795 le ore di intervento. Il maggior numero di incendi si registra in Sicilia, dove i vigili del fuoco hanno effettuato 6.534 interventi. Le altre regioni maggiormente colpite dagli incendi sono state la Puglia (5.134), il Lazio (4.799), la Calabria (3.195), la Campania (2.730) e la Toscana (1.529). Muore una volontaria durante rogo in Friuli.

“A partire da oggi e nel corso del weekend le temperature continueranno a salire vertiginosamente fino a toccare o sfiorare 40°C su alcune zone della Pianura Padana, del Centro e della Puglia, sono attese notti tropicali. “Farà caldissimo in Emilia, Veneto e bassa Lombardia, anche al Centro, con 37/39°C a Firenze, Roma, in Umbria come sul ternano, su molte zone della Sardegna e delle Marche e infine in Puglia (38°C attesi a Taranto e Foggia) – continua la nota – E farà caldo anche di notte, con i valori termici attorno alla mezzanotte che potrebbero essere ancora vicini ai 28/30°C. Vivremo dunque le tipiche notti tropicali. Sabato 23 potranno scoppiare alcuni forti temporali sui settori alpini, specialmente su quelli del Triveneto”.

Hits: 34

Di admin